IL BLUFF (E I SILENZI) DELLA DOPPIA MERKEL

Ci ha provato. Sarò “Equidistante e neutrale da Washington, Pechino, Mosca” con “una UE che difende i diritti umani”. Perciò davanti all’avvelenamento di Alexei Navalny ha dovuto: “E’ vittima di un crimine, Mosca deve delle risposte”. Ma la Bild , i Verdi e pezzi consistenti del suo stesso partito hanno finalmente tirato fuori la storia che conta : “Se la Merkel fa sul serio ridiscuta immediatamente il patto strategico con Putin per il North Stream 2. Attendiamo da lei una risposta”. Ma nessuno ha risposto. Nè Mosca, nè la Merkel. E per Edward Lucas, firma del Times e a lungo giornalista all’Economist “Qualsiasi cosa dica Merkel sulla Russia non è credibile finché esisterà il North Stream 2. Quel gasdotto russo rende futile ogni confronto con Mosca. Lei sostiene sia un progetto commerciale, ma nessuno le crede. Così come nessuno crede più a Macron dopo le sciocchezze che ha detto sulla Nato.

Giovanni Negri