CHI NON E’ ROSSO MUORE

Salvini è un uomo fortunato. Di opposizione ne ha fatta poca, di politica ancora meno e con dieci regioni in mano non ha neppure saputo disegnare un Governo alternativo. Ma c’è chi lavora per lui: una classe politica fellona e incapace lo eleva al rango di Craxi e Berlusconi , in un trittico idele che recita Chi non è Rosso Muore. E rischia di mandarlo a processo in un’ Italia che sarà in condizioni sociali ed economiche tali da trasformare il suo martirio nella sua beatificazione.

Giovanni Negri