I PENNIVENDOLI DELLA CITTA’ PROIBITA

Lo so, sul tema non si scherza. Ma leggere gli articoli nei quali testualmente si descrivono “i motori che rullano alla partenza di un aereo fortezza militare per andare a liberare [ sic] i nostri connazionali a Wuan e riportarli salvi in patria a Pratica di Mare” , firmati con piglio Anni Trenta da chi solo quattro mesit fa firmava articoli ispirati sulle meraviglie della Via della Seta, la saggezza di Confucio, la lunga marcia da Mao Dzedong a Jin Gin di Maio e l’improrogabile necessità di dare alla Repubblica Popolare Cinese i porti aperti di Trieste, Genova, Napoli, Livorno….è davvero un esercizio esilarante. Di quelli che ti riconcilia con la vita.

Giovanni Negri