FESTIVAL SANREMO: RULA JEBREAL? NOI VOGLIAMO SUL PALCO ANCHE LORO

 

CLICCA QUI E FIRMA LA PETIZIONE PROMOSSA DALLA MARIANNA !

A Presidente, Amministratore delegato e Direttore generale della Rai, al Presidente della Commissione parlamentare di vigilanza sulla Rai
 
Secondo noi in un Festival della Canzone non bisogna infilarci la politica. Ma sta di fatto che la politica si infila: sul palco arriva Rula Jebreal, specializzata da anni in prediche buoniste agli italiani. Se a Sanremo si deve parlare di condizione della donna oggi nel mondo, allora vogliamo che sia una cosa seria, con donne che pagano con la propria vita e la propria libertà il prezzo della loro battaglia coraggiosa.
 
Invitate sul palco – o raccontate ai telespettatori se sono in carcere o viene loro impedito di partecipare – chiediamo che al Festival di Sanremo ci siano:
 
1) Ayaan Hirsi Ali. Somala. Infibulata a 5 anni, sposa bambina, fuggita e condannata a morte. Sceneggiatrice di Submission. Oggi vive negli Usa.
 
2) Alaa Salah. Sudanese. Animatrice, con la sua voce, dei canti per la libertà della piazza di Kartoum.
 
3) Vida Movahed. Iraniana. Incarcerata per essersi tolta il velo in pubblico, a Teheran.
 
4) Nasrin Sotoudeh. Iraniana. Avvocata e simbolo della lotta per i diritti umani e i diritti della donna nelle società islamiche. Condannata a 38 anni di carcere e a 148 frustate.
 
Clicca qui (http://chng.it/RhkNSz8B) e aderisci. Rilancia la Petizione. Firma e fai firmare !