I fumetti di Super-Virgy in 850 scuole romane

Diffusi in 850 scuole elementari e medie di Roma 350 fumetti (al costo di 50.000 euro) in cui il sindaco Virginia Raggi diventa Super-Virgy: una eroina manga che rimette a posto Roma.

La seconda sezione del Tar del Lazio ha accolto il ricorso proposto dal Comitato promotore del referendum sulla messa a gara del servizio di trasporto pubblico di Roma Capitale (attualmente svolto da Atac), con il quale è stata contestata l’applicazione del quorum minimo alla consultazione, poiché previsto da una norma statutaria abrogata. Il Tar, in applicazione del principio di legalità, ha affermato che l’esito referendario non è soggetto a sbarramenti, con la conseguenza che l’amministrazione avrebbe dovuto procedere alla promulgazione del risultato che ha visto prevalere i “sì”.

Il Comune di Roma si costituirà parte civile nel processo che vede imputato il presidente dell’assemblea capitolina Marcello De Vito e l’avvocato Camillo Mezzacapo accusati di corruzione in uno dei filoni del procedimento sul nuovo stadio.

La Cassazione ha revocato l’obbligo di dimora nei confronti di Andrea Carletti, il sindaco Pd di Bibbiano, indagato per lo scandalo ‘Angeli e Demoni’ sul presunto sistema di affidi illeciti di minori scoppiato in Val d’Enza, in provincia di Reggio Emilia, nel giugno scorso quando il politico venne arrestato.

La Camera Usa ha approvato nella notte un disegno di legge che prevede sanzioni per le autorità cinesi che si siano rese responsabili di “detenzione arbitraria, tortura e molestie” ai danni dei musulmani uiguri in Cina.

La senatrice democratica Kamala Harris lascerà la corsa per la Casa Bianca. Lo riportano i media Usa. “Peccato. Ci mancherai Kamala!”: è stato il sarcastico tweet con cui Donald Trump ha commentato il ritiro della senatrice dem.

Rohani: “se gli Stati Uniti aboliranno le sanzioni terroristiche e ingiuste, l’Iran è pronto ad avviare colloqui e i leader dei 5+1 possono immediatamente convocare una riunione congiunta per negoziare”.

Il capo di Hamas Ismail Haniyeh e quello della Jihad islamica palestinese Ziad Nahala si sono incontrati al Cairo per discutere della rimozione del blocco egiziano ed israeliano sulla Striscia.