Il fantasma della Sinistra che fu

E dire che una Sinistra intelligente, lucida, capace di far risuonare parole di verità sarebbe altamente utile. Ma così non è. La Sinistra che fu di Marx e Lenin oggi è la Sinistra di Carola e Greta, nella migliore delle ipotesi la Sinistra di David Sassoli e Jovanotti. Un po’ Che un po’ Madre Teresa, la Sinistra del nuovo millennio insegue il Martirio e la Beatificazione, invoca la Buona Causa e il Lamento, dice cose troppo sagge per suonare vere, fa cose troppo furbe per suonare utile ad altri che sé stessa.

Gli ultimi, incerti passi delle nuove Icone parlano chiaro, e non parlano all’intelligenza. Greta e l’ universo che gravita attorno a un fenomeno sempre più gonfio di Media e Sponsor è da mesi incapace di mettere in campo una sola proposta politica e legislativa per l’ambiente e lo sviluppo: si fa spot non si fa legge, è sinistra gonfia non sinistra forte. A Carola la Comandante piace invece vincere facile: non affronta Dublino 3 che pretende di scaricare sull’Italia le conseguenze dell’eroica campagna di Libia di Sarkozy, non chiede all’Olanda della SeaWatch di ripartirsi responsbilmente qualche migrante, non forza le acque territoriali della sua Germania, non prova a sbarcare in Corsica o ad Amburgo o a Rotterdam o nella Spagna di Sanchez che ha chiuso i porti. No: usa i corpi altrui (non il proprio) per la sua disfida al Fascista Salvini che guida un Paese Fascista, così fascisti entrambi che a differenza dei picchiatori di Ventimiglia e di Bardonecchia si fanno pure speronare una nave per avallare la sua campagna mediatica.

Brava e furba la Carola, dirà qualcuno: sì ma la Sinistra che semina Carola raccoglie i sondaggi di Pagnoncelli sul Corriere di oggi. Santa Carola fa audience, ma il consenso degli italiani esplode a favore del suo avversario. Perché la Sinistra che non sa proporre una nuova politica sulla Migrazione e il Sud del Mondo, è una sinistra che perde. E nelle istituzioni? Dice David Sassoli appena eletto Presidente del PE: “Il Trattato di Dublino va immediatamente rivisto, come il Parlamento chiede da anni”.

Ecco, appunto: se un Parlamento chiede da anni ciò che la UE rifiuta di fare, vuol dire che il Parlamento non conta nulla, che quella europea non è una democrazia, che esiste un problema grande come una Casa Europea perché quella Casa non esiste. E uno si aspetta che magari la Sinistra lo dica e invece no. Sicchè uno pensa: compagno David, dal Tg1 vieni e al Tg1 tornerai, se tu sei la Sinistra insieme a Greta e Carola, racimolare il 20% in giro per l’Europa è anche troppo. E avanti così, come prevedevano Carletto e i suoi, un fantasma si aggirerà per l’Europa. Sarà il fantasma della Sinistra che fu.

Giovanni Negri