Venezuela, il Papa sconcerta

Oggi contro Maduro l’Assemblea Nazionale del Venezuela convoca un “Cabildo Abierto”: riunione in strada davanti alla sede dell’Onu. Voci di tentativi di insurrezione militare e saccheggi in Venezuela e di movimenti di truppe a Panama e in Colombia, per ora non confermate. Secondo il Washington Post il mese scorso il ministro della Difesa Padrino López avrebbe chiesto a Maduro di rinunciare. In America Latina c’è sempre più sconcerto per la posizione del Papa sul Venezuela: dopo un discorso considerato sbilanciato verso Maduro e Ortega e la conseguente lettera di protesta di 20 ex-presidenti latinoamericani, c’è ora l’incaricato di affari del Vaticano che si è recato a una cerimonia di insediamento boicottata dalla maggior parte dei Paesi americani, dall’Ue e anche dalla Conferenza Episcopale Venezuelana. A Maduro è arrivato in compenso l’appoggio di Maradona, e Maduro ha manifestato appoggio per i Gilet Gialli. Spagna, Portogallo e Grecia volevano mandare rappresentanti all’insediamento di Maduro ma si sono poi attenute alla disciplina Ue.

Durissimo il giudizio dell’Associazione nazionale magistrati sulla riforma della legittima difesa targata Lega. Per l’Associazione nazionale dei magistrati il testo della proposta di legge, che è già stata approvata dal Senato e ora è all’esame della Camera, presenta dei “profili di illegittimità costituzionale”, ma soprattutto contiene “gravi criticità” e “si rischia di legittimare anche i reati più gravi, perfino l’omicidio”.

Torneranno in vigore la prossima settimana i dazi Ue sull’import di riso da Cambogia e Myanmar a seguito della richiesta presentata dall’Italia nel febbraio 2018. La richiesta italiana era stata sostenuta da Spagna, Francia, Portogallo, Grecia, Romania, Bulgaria e Ungheria. La Commissione aveva avviato un’indagine concludendo, a inizio novembre, che il riso indica da Cambogia e Myanmar è importato in quantità e prezzi tali da causare perdita di quote di mercato, calo di prezzi e contrazione della produzione nel settore risicolo Ue.

La Segretaria all’Uguaglianza del governo francese Marlène Schiappa insinua che i Gilet Gialli potrebbero stare ricevendo finanziamenti dall’Italia, ma Drouet paragona Salvini a Mussolini.

Trump viaggia alla frontiera con il Messico reiterando la sua minaccia di dichiarare una emergenza nazionale e annullando la suapresenza  a Davos. Uno scontro tra narcos fa 24 morti nello Stato messicano di Tamaulipas.