Radio Radicale, l’inizio settimana e il fine mese 

Mi dicono che Radio Bordin ha iniziato la settimana con una spietata e ficcante intervista a Giggino Di Maio. Le domande grosso modo sono state:

-Dopo la cena di Bruxelles i saldi della manovra cambieranno di poco oppure il deficit rimarrà al 2,4%?

-Ci conferma che stasera ci sarà questo vertice e si parlerà di questo?

-Tsipras ha consigliato di fare prima quello che comunque vi faranno fare domani.

-Il reddito di cittadinanza potrebbe assumere le sembianze di uno sgravio per le imprese che assumono disoccupati?

-E i centri per l’impiego che fine fanno?

Nessuna parola inopportuna è stata insomma pronunciata. Tipo, che so: Suo Padre, Lavoro Nero, Condono Edilizio, Reddito 88 euro.

Eh, sì. Ecco cosa succede quando una Radio e un Partito scelgono di vivere di Finanziamento Pubblico graziosamente elargito dal Potere. Si fanno queste “interviste” a inizio settimana pur di svoltare il fine mese.

(Giovanni Negri)