Radicali per il Sì

Molti chiedono la riattivazione della pagina Radicali per il Sì –Sì per i Radicali. Quella aperta quando decidemmo di schierarci per il Sì al referendum sulle riforme costituzionali di Renzi di due anni fa, così come si disse Sì alla riforma costituzionale di Berlusconi di dieci anni prima.

La vera forza politica radicale non è stata solo nel saper dire dei No, ma nel dire dei grandi Sì.

E anche oggi ci sarebbe un gran bisogno di una politica Radicale, della capacità di proposta e di lotta di un Partito Radicale. Di contrapporre alla demagogia di oggi i tanti Sì che abbiamo elaborato.

Sì alla Legge Mori per tempi certi e garantiti dell’azione penale, contro l’abolizione della prescrizione.

Sì all’Esercito del Lavoro, contro il reddito di cittadinanza.

Sì a Tutta un’Altra Europa, contro un’Unione Europea a-democratica e impotente.

Sì alla Tav, contro l’ideologia della decrescita felice.

Se non ci fosse un’area inchiodata a Radio Bordin e a una sede di Via di Torre Argentina inopinatamente sorda e grigia, ci sarebbe molto da dire, da fare e da lottare.

Radicali per il Sì – Sì per i Radicali. Riapriamo la pagina?